La Piana
Rosa della Piana

Toscana IGT

18,00 €

iva inclusa

prodotto esaurito

Luogo

Capraia Isola (Livorno)

Tipologia

Rosato

Vitigni

Aleatico

Formato

750 ml

Vigna

Cordone speronato, età media delle viti 11 anni

Vinificazione

vinificazione in bianco di uva rossa

Affinamento

4 mesi in acciaio inox, 2 mesi in bottiglia

Note di degustazione

Seducente veste rosa antico,sprigiona un’elegante florealità unita a cenni di erbe aromatiche e in bocca ha un bell’equilibrio tra acidità,aromaticità e componente fruttata.

Regione

Toscana

Nazione

Italia

Bottiglie Prodotte

3000

Biologico

SI

Abbinamento generico

aperitivi, pesce e crostacei, piatti di verdure e formaggi, culatello e prosciutto crudo stagionato

Abbinamento territoriale/fantasioso

Cacciucco alla livornese

Calice Consigliato

Temperatura di servizio

Finestra bevibilità

Bevi ora

Potenziale evolutivo

3-5 anni

Riconoscimenti

 

Scheda Produttore

L’azienda agricola biologica La Piana si trova sull’Isola di Capraia, all’interno del Parco Nazionale dell’ Arcipelago Toscano. L’area di cui fa parte, denominata “Il Piano di Santo Stefano”, è un luogo magico ed incontaminato dove aromi, suoni, colori e tradizioni si fondono con i sapori ed i saperi antichi, dove il tempo sembra essersi fermato. E’ raggiungibile a piedi dal paese con la strada vicinale del Semaforo, un percorso di 20 minuti. In epoche diverse hanno vissuto l’Isola romani, anacoreti e saraceni. Nello scorso secolo l’area fu ceduta in affitto alla Colonia Penale ed i detenuti hanno lavorato questi terreni fino al momento della dismissione del carcere. Nell’ anno 2000, quando ormai la macchia mediterranea rischiava di sopraffare ogni cosa, è iniziato il difficile lavoro di "restauro" ambientale dell’intera area che ha riportato al loro originario splendore questi luoghi restituendo alla vista un territorio “antico” di straordinaria bellezza. Attualmente gli ettari impiantati a vigneto sono 3,5 e con le tipologie Aleatico, Vermentino ed Ansonica si producono i vini ad oggi in commercio. Il progetto di ripristino del territorio non si ferma e da poco sono state riportate "alla luce" antiche terrazze nella zona dell’ex carcere, qui è stato impiantato un nuovo vigneto che a breve regalerà nuove "sfide"!

Loading...